Ultima modifica: 3 Maggio 2018

La banda a scuola

La banda a scuola

Per l’anno scolastico 2017-2018 La Banda Musicale N.S. della Guardia di Genova Pontedecimo intende potenziare l’offerta formativa affiancando al laboratorio musicale “Alfabetizzazione musicale ad indirizzo bandistico nella scuola primaria” giunto alla VII edizione una analoga esperienza pensata per la scuola secondaria di primo grado quale “Laboratorio Formativo Bandistico per la Musica d’assieme”.

Forti dell’esperienza maturata da oltre cento anni di insegnamento della musica agli adulti e da sei anni di insegnamento musicale ai ragazzi della scuola primaria si è ritenuto utile proporre un ampliamento dell’offerta formativa in continuità con il lavoro svolto nella scuola primaria al fine di valorizzare le competenze musicali maturate dagli studenti. Per verificare l’interesse dei ragazzi a proseguire la formazione musicale è stata organizzata la seconda edizione del “ Concorso Musicale Banda N. S. della Guardia” rivolto ai ragazzi della classe 4^ e 5^ della Scuola Primaria  che hanno aderito al “Corso di Alfabetizzazione Musicale” della Banda stessa. Ai vincitori sono stati messi a disposizione corsi musicali di strumento per l’intero anno o per diversi mesi mettendo a disposizione gratuitamente lo strumento musicale al fine di avvicinarli alla musica e alla vita associativa.

 “LABORATORIO FORMATIVO BANDISTICO PER LA MUSICA D’ASSIEME”

PROSPOTA PER L’ATTUAZIONE DI UN LABORATORIO MUSICALE

La Banda Musicale N.S. della Guardia di Genova Pontedecimo intende promuovere un progetto di educazione musicale rivolto alla scuola secondaria di primo grado al fine di valorizzare la scuola musica interna, attiva da oltre 137 anni, attraverso un progetto all’avanguardia nel panorama educativo  nazionale. In particolare dal 2011 la Banda Musicale N.S. della Guardia di Genova Pontedecimo promuove l’insegnamento della musica nella scuola primaria attraverso il progetto “L’Alfabetizzazione musicale ad indirizzo bandistico nella scuola primaria”. Grazie alla crescita costante delle attività ed all’adesione progressiva di un sempre maggior numero di studenti, famiglie ed insegnanti affascinati dai risultati musicali conseguiti, nel corso dell’anno scolastico 2016-2017 l’attività è stata svolta in ben 5 istituti primari nei Comuni di Genova, Mignanego, Montoggio e Valbrevenna coinvolgendo più di 600 bambini impegnati con una lezione settimanale. Il lavoro impostato consente la crescita nell’apprendimento individuale, teorico e pratico di un primo strumento a fiato e la partecipazione ad importanti esperienze di gruppo attraverso spettacoli musicali in teatro ed attività musicale itinerante (sfilate e cortei), supportati dalla formazione bandistica.

Al fine di estendere l’esperienza didattica maturata, la Banda intende proseguire l’impegno formativo rivolgendosi alla scuola secondaria di primo grado per promuovere un progetto di educazione alla musica d’assieme. Il progetto consente di proporsi in continuità con le attività già svolte presso gli 8 istituti di istruzione primaria aderenti al laboratorio musicale accompagnando gli studenti nei successivi 3 anni di apprendimento, su base volontaria. Nello stesso tempo l’attività consentirà di allargare la proposta formativa a nuovi istituti forti delle conoscenze ed esperienze maturate, mettendo in rete il metodo di insegnamento, il materiale didattico ed il necessario supporto delle strutture organizzative interne della propria segreteria. Nel concreto la Banda intende proporre lo studio di due strumenti a fiato quali  il clarinetto e il trombone e di consentire ad un numero di allievi compreso tra un minimo di 3 ed un massimo di 6 per ciascun corso di sperimentare le loro capacità acquisite in un’esperienza di musica d’assieme. La programmazione delle lezioni di laboratorio prevederà lezioni settimanali, da svolgersi in orario extracurriculare, preferibilmente all’interno dell’istituto o in alternativo presso la nostra sede, di almeno 1 ora e 30 minuti a partire dal mese di novembre per concludersi con il saggio finale aperto al pubblico nel mese di maggio.

Il programma è stato affidato ad un apposito comitato artistico didattico articolato al fine di valorizzare il contributo e l’esperienza musicale di carattere ecclettico e multidipliscinare:

Davide Calcagno, diplomato in flauto presso il Conservatorio Nicolò Paganini di Genova, direttore della Banda Musicale, docente di flauto presso la scuola secondaria di primo grado in Imperia;

Valeria Agrosì, diplomata in flauto presso l’I.S.M. Gaetano Donizetti di Bergamo, laureata in didattica strumentale classe A077 presso il Conservatorio Antonio Vivaldi di Alessandria;

Alberto Farnatale, diplomato in tromba presso il Conservatorio Nicolò Paganini di Genova, coordinatore della sezione ottoni della Banda Musicale di Pontedecimo;

Giulia Carlini, diplomata in flauto presso il Conservatorio Nicolò Paganini di Genova, studente al secondo anno del corso di didattica strumentale presso il Conservatorio Antonio Vivaldi di Alessandria;

FINALITA’ DEL PROGETTO

  1. Promuovere nei giovani l’interesse nei confronti del mondo dei suoni come fenomeni facenti parte della realtà circostante, e come tali, analizzabili, misurabili, riproducibili e passabili di manipolazione creativa.
  2. Favorire l’approccio alla musica d’assieme in chiave strumentale con la prospettiva di fornire ai discenti un’ulteriore chiave di lettura della realtà sociale, storica ed artistica.
  3. Offrire un arricchimento del bagaglio comunicativo mediante l’acquisizione di capacità espressive con riferimento alla pluralità dei linguaggi che, ovviamente, comprende quello musicale.
  4. Sviluppare le potenzialità degli alunni mediante attività di gruppo che ne favoriscano l’aggregazione, il coordinamento fino a mettere in comune le conoscenze raggiunte per creare un approccio complesso alla pratica musicale.
  5. Integrare soggetti portatori di disabilità o di difficoltà di apprendimento agevolandone il percorso formativo anche attraverso la promozione di iniziative per favorirne l’inserimento sociale volto a prevenire forme di esclusione, devianza o disagio.
  6. Prevenire il fenomeno della dispersione e dell’abbandono scolastico offrendo percorsi di approfondimento e formazione integrati e complementari rispetto ai programmi didattici obbligatori.
  7. Creare tramite una consapevole gestione di uno strumento musicale una coscienza critica nei confronti delle offerte del mercato in materia di musica, fornendo la possibilità di conoscere generi musicali diversi e diversi stili, promuovendo in tal modo la capacità di scegliere in modo personale e non passivo.
  8. Proporre un percorso educativo finalizzato a favorire l’ingresso in un ambiente di apprendimento aperto per tutta la vita e centrato sull’approfondimento di una materia vasta, stimolante e gratificante (longlife widelong learning).
  9. Promuovere forme di collaborazione tra istituti di formazione secondaria sia pubblici che parificati posti in diversi comuni attraverso la realizzazione di un progetto formativo pilota, esperienza educativa unica a livello nazionale volta a consolidare una metodologia di insegnamento e un’esperienza formativa che possano essere trasferite, facilitando la nascita di iniziative analoghe in tutto il territorio regionale.
  10. Rispondere alle esigenze formative manifestate dalle famiglie in assenza di proposte alternative promosse dal territorio nonché completare il panorama delle offerte formative caldeggiato dagli enti locali che si sono resi disponibili a patrocinare l’iniziativa (Comune di Genova, Mignanego e Serra Riccò).

IMPOSTAZIONE DIDATTICA

Le lezioni, affronteranno temi di carattere teorico e pratico articolando lezioni di tipo, frontali o, ancora, interattive. Nella parte teorica si apprenderà la lettura della musica nonchè le nozioni fondamentali e gli elementi base di armonia per affrontare al meglio la musica d’assieme che verrà proposta durante il corso. Parallelamente alla parte teorica verrà proposto lo studio dello strumento musicale. Nelle prime lezioni sarà curata l’impostazione, la respirazione e l’apprendimento della tecnica necessaria per un’evoluzione costante nel proseguo dello studio della musica da parte dell’allievo. Il laboratorio sarà svolto con lezioni frontali tenute dall’insegnate e due/tre allievi alla volta, garantendo il rapporto diretto insegnante-allievo, ma anche la possibilità di confronto tra allievi e l’apprendimento per imitazione, al fine di migliorare la trasmissione di concetti, informazioni, schemi interpretativi e di lavorare sugli aspetti motivazionali degli iscritti consentendo al docente di agire quale facilitatore del confronto e delle discussioni con e tra i partecipanti.

Come già consolidato dall’esperienza condotta attraverso il progetto formativo rivolta alla scuola primaria e al lavoro portato avanti nella scuola musica della Banda, i docenti fisseranno momenti di condivisione periodica nel corso del laboratorio duranti i quali potranno verificare lo svolgimento del programma musicale, individuare le caratteristiche degli allievi al fine di impostare gli arrangiamenti dedicati alla musica d’assieme in base alla preparazione, all’ indipendenza e alla maturità esecutiva degli allievi. Si tratterà di parti musicali personali per ciascun allievo, studiate in modo da stimolare l’apprendimento e garantire un percorso di crescita comune e costante.

Inoltre, negli ultimi anni, abbiamo verificato che l’apprendimento degli allievi è maggiore durante la partecipazione alle master class affidate a professionisti di alto livello consentendo una forte crescita nell’autostima e nella consapevolezza dei risultati conseguiti. I partecipanti potranno interagire con l’esperto, suonando singolarmente per ricevere consigli personali e dimostrazioni mirate alle tecniche impiegate nonché vivere una occasione di scambio culturale estremamente stimolante. Nel contempo sarà proposta l’adesione ad eventuali manifestazioni o progetti di promozione culturale organizzate da enti musicali quali il Conservatorio musicale di Genova, il teatro Carlo Felice di Genova, tra cui la partecipazioni a spettacoli di musica sinfonica ed operistica.

A giudizio dell’insegnante e al livello di conoscenze acquisite l’allievo sarà inserito nell’organico della Junior Band e successivamente in quello della Banda Musicale dove potrà esercitarsi nella musica d’assieme.

COSTO DEL CORSO

 

 

 

711 Visite totali, 1 visite odierne