Ultima modifica: 3 Maggio 2018

Progetto continuità

Priorità cui si riferisce Creare processi di continuità tra i vari ordini di scuola
Traguardo di risultato Passare con serenità e consapevolezza da un ordine di scuola all’altro.
Obiettivo di processo Favorire nei bambini e nei ragazzi un approccio sereno e fiducioso nei confronti dei cambiamenti e promuovere l’unitarietà del processo educativo attraverso una progettazione comune tra i docenti dei diversi ordini di scuola.

 

Situazione su cui interviene La continuità opera con la scuola dell’infanzia, la primaria e la secondaria di primo grado e coinvolge anche le realtà presenti sul tetti torio non facenti parte dell’Istituto Comprensivo.

Gli insegnanti di ordini di scuola diversi si incontrano per collaborare nella formazione delle classi fornendo indicazioni dettagliate su ogni singolo alunno. In particolare i docenti della scuola dell’infanzia, consegnano schede informative sulle competenze raggiunte dai singoli alunni ai colleghi mentre, per quanto riguarda la scuola secondaria, alla fine dell’anno gli insegnanti delle V incontrano quelli delle future classi prime della secondaria per fornire indicazioni sui singoli bambini e anche sulle dinamiche positive e negative all’interno dei gruppi e partecipano poi al primo consiglio di classe. In questa fase di lavoro vengono coinvolte tutte le realtà scolastiche presenti sul territorio. Durante l’anno scolastico si realizzano diverse attività di continuità tra cui la visita della scuola di ordine successivo da parte degli alunni con partecipazione a laboratori mirati. In particolare nella primaria, a inizio anno, gli alunni delle classi prime collaborano con gli ex compagni dell’infanzia su un progetto comune. Gli alunni delle quinte, invece, a fine anno, insieme ai bambini dell’infanzia, realizzano uno spettacolo teatrale. E’ prevista anche un’attività di monitoraggio da parte degli insegnanti della scuola secondaria sulle classi quinte per favorire il benessere scolastico (Focus MNR) STIMOLARE il senso di collaborazione e socializzazione tra bambini e ragazzi di diverse fasce di età

 

Attività previste
  1. ATTIVITA’  IN COMUNE

(legenda: I=scuola infanzia, P=primaria, S= secondaria)

1A. ASILO NIDO “ALICE”/I (divezzi/3 anni) Attività di manipolazione e motorie (MAGGIO/GIUGNO)

1B. I/P (5 anni/classi I) Attività espressive (OTTOBRE/DICEMBRE)

1C. I/P (5anni/ classi V) Organizzazione festa di fine anno e altro (DICEMBRE/GIUGNO)

1D.I (altre scuole sul territorio)/P (classi V) Attività di accoglienza (GENNAIO)

1E. I/ P(5 anni/ins. classi V) Simulazione di una giornata scolastica alla quale partecipano anche gli alunni delle scuole dell’infanzia del territorio(GIUGNO)

1F. P/S (classi V/classi secondaria) Lezioni insieme (FEBBRAIO)

1G. EVENTUALI ALTRE ATTIVITA’ PROPOSTE DAI DOCENTI (Es. “Il colore dei popoli”)

 

  1. PROVE DI INGRESSO/USCITA

(momenti di osservazione del percorso scolastico degli alunni dell’I.C.)

I  2A. IN USCITA. Alla fine dell’ultimo anno

P 2B. IN ENTRATA/ IN USCITA. Al’inizio e alla fine di ogni anno scolastico

S 2C. IN ENTRATA. All’inizio del primo anno della secondaria

  1. FORMAZIONE CLASSI

I  3A. A SETTEMBRE.

P 3B. A SETTEMBRE. (Durante la prima settimana di scuola)

S 3C. A GIUGNO.

(NOTA: Tenendo conto dello scambio di informazioni tra insegnanti e dell’osservazione durante le attività comuni. Nella secondaria, una volta definite le classi, vi è un altro ulteriore momento di approfondimento informativo durante i primi consigli di classe a cui  partecipano anche i docenti della primaria.)

  1. FOCUS

I Focus sono interventi di monitoraggio nelle classi, inseriti nel progetto di rete “sicuraScuola: un impegno sociale collettivo”.

Tale progetto è volto a favorire l’integrazione scolastica e a prevenire  il disagio nella scuola, con particolare riferimento ai temi dell’antisocialità e della violenza.

P/S: 2 Focus per ogni classe V con la presenza dei docenti  della scuola secondaria al fine sempre di facilitare la conoscenza dei futuri alunni (accordi in ottobre/novembre)

 

Risorse finanziarie necessarie A seconda delle attività organizzate, acquisto di materiali necessari per costruire oggetti, abiti, cartelloni, esperimenti. Si stimano almeno 200€ annuali (

 

Risorse umane (ore) / area Compresenza di insegnanti per spostamenti, lavori comuni, organizzazione festa, focus, formazione classi.

In particolare, fuori servizio, 10 ore (infanzia), 5 ore (primaria), 12 ore (secondaria), per un totale di almeo 27 ore

 

Indicatori utilizzati Percentuale degli alunni che rimangono/si iscrivono all’I.C.

 

 

Stati di avanzamento Il progetto si riferisce ad ogni anno scolastico e deve essere riproposto annualmente al fine di favorire e promuovere la continuità

 

 

Valori / situazione attesi Approccio sereno al momento del passaggio da un ordine di scuola al successivo

 

461 Visite totali, 1 visite odierne